2038. La piazza

“Non giudicare e non sarai giudicato”… o il cosiddetto “Figlio di Dio” non aveva capito un beneamato o questo ammonimento sibillino è stato per duemila anni recepito in senso invertito. Gli esseri umani adorano essere giudicati, ed ogni loro azione pubblica verte al consapevolmente influenzare giurie e verdetti. E arriverei persino ad affermare, senza tema di smentita, che quello d’essere giudicati sia il loro più grande bisogno e desiderio, oltre che unico motore e scopo esistenziale. Quindi, parafrasando, “Giudica, altrimenti corri il rischio che nessuno giudichi te”

Annunci

2036. Puericultura, ovvero “La cultura del Puer Aeternus”

– Tra le peculiari caratteristiche comportamentali dei bambini, possiamo annoverare: l’imitare e compiacere coloro che riconoscono come autorità per ottenerne l’approvazione, il ricorrere ai metodi più assurdi e grotteschi pur di attirare l’attenzione su di se, la pretesa di un soddisfacimento immediato di ogni loro desiderio, l’incapacità di controllare i propri impulsi istintuali, il prevaricare e lo sminuire i coetanei per gratificare l’ego e lenire l’insicurezza di una personalità ancora fragile ed immatura…

– …e poi continuano così per tutto il resto della vita!