1933. Logor(r)ii

A forza di usare frasi fatte divennero frasi sfatte

Annunci

1930. Monologo, ovvero “Falle”

“In vita continuavano a ripetermi di evitare le inutili perdite di tempo; eppure, nonostante lo sforzo profuso, ne da vivo ne ancor oggi da trapassato sono mai riuscito a cogliere la differenza tra una perdita di tempo inutile ed una utile”

*     *     *

1912. La trasparenza del reale

1912

1912a

Ah gli esseri umani: guardano ed immaginano tutto, ma non vedono niente

*     *     *

1912b

1912c

Il pregiudizio è arrogante; e di fronte ad un silenzio, mai si interroga su ciò che esso ha da dire

*     *     *

Gesù vide alcuni neonati che poppavano. Disse ai suoi discepoli, “Questi neonati che poppano sono come quelli che entrano nel Regno.”

E loro gli dissero, “Dunque entreremo nel regno come neonati?”

Gesù disse loro, “Quando farete dei due uno, e quando farete l’interno come l’esterno e l’esterno come l’interno, e il sopra come il sotto, e quando farete di uomo e donna una cosa sola, così che l’uomo non sia uomo e la donna non sia donna, quando avrete occhi al posto degli occhi, mani al posto delle mani, piedi al posto dei piedi, e figure al posto delle figure allora entrerete nel Regno.”

Vangelo di Tommaso, 22

Riguardo a queste stesse cose parlò anche Pietro. Egli li interrogò in merito al Salvatore: ”Ha Egli forse parlato realmente in segreto e non apertamente a una donna, senza che noi lo sapessimo? Ci dobbiamo ricredere tutti e ascoltare lei? Forse egli l’ha anteposta a noi?”

Vangelo di Maria