1652. La fortuna non è cieca, la bramosìa si

1652

Il fortunato non vede la propria fortuna; solo chi non si capacita d’aver sempre avuto seco l’indispensabile, guaisce perchè non possiede il superfluo

Annunci

I commenti sono chiusi.