1366. Abissi

image

E prima o poi ci si scontra con l’evidenza che non esistono legami inscindibili, e non essendo alcun legame inscindibile si è costretti ad ammettere in essi non vi sia contenuto d’oggettività. Ci si trova, sconfitti dall’incomunicabilità, di fronte ad un indubitabile verità: siamo monadi sigillate nel solipsismo, e non vi è nulla di più terrificante di questa irrimediabile constatazione. Ma allora cos’è un legame? È forse solo il tacito accordo tra due enti di recitare la parte che l’altro desidera? È farsi schermo delle reciproche proiezioni, che si risolve in una sorta di autodialogo consolatorio con un personaggio fittizio creato ex-nihilo, per lenire vicendevolmente la realtà della più assoluta delle solitudini? Solitudine in cui ci si scopre senza identità, importanza, utilità, ruolo e scopo. Allora amare qualcuno per ciò che è, o più genericamente amare l’altro, sarebbero affermazioni prive di senso; l’altro si rivelerebbe come puro mezzo che non contiene un fine, se non assegnato arbitrariamente ed aleatoriamente, che non sia la sussistenza e sopravvivenza del nostro ego, della nostra persona, delle nostre maschere. E quando una relazione termina, cos’è che ci manca? Ci manca davvero PROPRIO QUELLA persona, o piuttosto uno schermo qualsiasi su cui continuare a proiettare i nostri ideali? Fa paura l’abisso…

Annunci

8 risposte a “1366. Abissi

  1. Intanto, quando parliamo di legami, non sempre parliamo di amore. Esistono tanti perchè, quando si parla di legami, ecco perchè le solitudini. L’amore non è proiezione, non è un bisogno. L’amore crea il bisogno di quella persona precisa, non perchè soddisfa un bisogno ma perchè diventa lei(o lui) stessa il bisogno.

  2. È vero non esistono legami inscindibili, e in fondo non siamo nemmeno del tutto padroni dei legami con le persone, c’è sempre il caso che può mescolare le cose… però esistono legami profondi e duraturi 😉

  3. Fai un discorso serio e logico, corroborato da una buona conoscenza della natura umana. Però l’amore non possiede alcuna logica e non è buono. Non è nemmeno felicità assoluta. Per me è una richiesta che ne contiene varie ed eventuali, un tentativo che si presenta in maniera non prevedibile nel tuo percorso di vita. Dentro ci sta pure la filosofia dell’amore, c’è il sesso, la cultura della condivisione,della scrittura persino. Ma non c’è la soluzione…anzi c’è, come scrivi, l’abisso, la fine e la perdizione. Poi, soli, nello spazio immenso dei rispettivi perchè puoi anche scrivere un post come questo dove proietti il desiderio infinito di trovare la chiave, che non c’è e mai ci sarà. Buona analisi e buon testo.

Tutto ciò che dirai potrà essere usato contro di te...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...